Wednesday, February 29, 2012

..bIGbLU.. aNCORA tU?.. mA nON dOVEVAMO vEDERCI pIU?

Anche quest'anno il BigBlu, anche quest'anno un corale lavoro di preparazione, partito da quelli dell'organizzazione del BB, che contattano la FIV, che contatta la Segreteria, che gira di prima il cetriolo alla Zona, che per ovvie competenze territoriali, tenendosi il BigBlu a Fiumicino (Roma), è la IV, la quale, se non altro, ha ormai un protocollo consolidato nel gestire la faccenda, visto che sono anni ormai.. che2palle!!.. e visto che c'era pure in programma una riunione dei Capitani, eccoti là che finisce sul piatto pure il BigBlu, con la speranza (dello scrivente) di potersene occupare di meno, quest'anno, dato quanto occupatosene gli anni precedenti, e stante la consistente dotazione di anime e braccia della Nostra Classe nella Nostra Zona.. ed invece, alla cena, non voglio dire che siano state tentate delle fughe dalle finestre, nel qual caso non sarebbe nemmeno stato un problema, visto che eravamo al pian terreno, ma non sarebbe giusto.. di certo però è stato subito chiaro che dello scrivente le speranze.. pure 'sto giro.. insomma se il cetriolo è aduso ritornare all'ortolano, il BigBlu, a quanto pare..

Ed è così che ci ritroviamo una mattina di sole tiepido, sotto un traliccio dell'alta tensione, attorno al quale, con la provvida lungimiranza tipica dei palazzinari capitolini, hanno costruito un intero quartiere nuovo, grande come un capoluogo di provincia, ed abitato da non meno persone che il Molise tutto.
Ci troviamo colà, visto che colà ha fatto la sua tana la tevvibile Vanda, e siamo andati a prendergli in prestito il carrello stradale.. che tale era, quando gliel'ho venduto, e che lui, a forza di colate di coppale, ha trasformato in una roba lucida-legno-a-vista, che con un paio di maniglie ed un po' d'imbottitura vermiglio potrebbe facilmente essere confuso per tutt'altro..

La tarda mattina, agganciato il carrello, diventa primo pomeriggio di sole sempre tiepido ad Anzio, che quest'anno non c'è più a disposizione la barca del prodigo Cantiere Faccenda da esporre al BigBlu, e allora tocca a muoverne una "privata", nella fattispecie una di quelle che sverna ad Anzio, ed ecco cosa siamo andati a fare, anche se la giornata invoca un impiego di se stessa ben diverso: armare al sole, due bordi nella brezza fresca che ha smesso di sapere d'inverno, magari qualche planata, ed un rollabile alla vongole, se si facesse in tempo.. ed invece nulla di tutto ciò, finiamo col caricare la barca sullo stradale (presmontata dal CDZ il giorno prima) e la portiamo al BB.

Al cancello della fiera cominciano a palesarsi gli elementi di novità dell'edizione di quest'anno: niente fila chilometrica di espositori, e niente padigione 9 (il famoso district9), infatti siamo al 3, visto che la fiera occupa solo metà dei padigioni (e l'1 ed il 2 sono di servizio)..

Arriviamo allo spazio assegnato, al solito alle spalle dello stand federale.. diciamo più.. sobrio.. di quelli delle precedenti edizioni, e ci rendiamo rapidamente conto che se la piscina per mandare a vela i bambocci c'è anche quest'anno, il padiglione è sonoramente più vuoto, e per evitare l'effetto dispersivo hanno messo dentro, oltre alla vela, qualche stand di subacquea, uno stand di macchine per la pulizia delle piscine, diversi stand di abbigliamento (già presenti nelle precedenti edizioni), alcuni stand di bricolage, alcuni stand di gadget, diversi stand di enogastronomia (non enormi come quelli delle precedenti edizioni), un ristorante.. insomma manca il recinto per il bestiame e sembra di essere in un revival di una fiera medioevale..

Il CDZ, che sarebbe il Ciccio Delegato Zonale, fresco di nomina, giunta dai Capitani poche sera prima, alla famosa cena delle possibili fughe dalle finestre, e ratificata dalla Segreteria Nazionale subito dopo, ha toccato terra ed ha cominciato a correre, meglio che uno della Compagnia Charlie il giorno prima del D-Day!



E qualcuno potrebbe pensare che Ciccio di corsa sia una metafora, e se lo pensasse sarebbe solo per non aver potuto vedere a che velocità Ciccino, appena tirata giù la barca dallo stradale, si sia catafiondato a..


 stringere rapporti se non carnali sicuramente carnosi con alcuni erogatori di servizi essenziali, tipo..


Contestuale ovviamente la manifestazione della NDZ, ormai ex-Delegato Zonale, che a sua volta manifestava un certo appetito fin da Anzio e che ha fatto la cortesia di non lavarsi le mani di tutto appena lasciato l'incarico zonale..



Dopo una rapida occhiata a giro, torniamo ai casi nostri: lucidiamo la barca, la tiriamo giù e la rimontiamo, vele comprese, mentre gli addetti ai ventilatori della piscina ci rompono le palle non poco.

Armata la barca..

-VENDESI!!.. non è uno scherzo, è in vendita!!-


siamo tornati colà il giorno dopo, per infiocchettarla con le locandine stampate dalla NDZ, con su lo snipe-calendario, mentre io rimpiangevo di non aver accettato il giro su Puma, essendo stato estratto a sorte per un posto a bordo del succitato VOR 70 nella tappa tra Sanya e Auckland.. dopo aver comprato un paio di calzini.. ora che la tappa è oltre la metà posso scaramanticamente dirlo..ma come fai ad andartene a cazzeggiare su Puma in giro per l'Oceano Pacifico?..col Big Blu di mezzo..

Segue una settimana di oblio, mi risulta che diversi nostri soci si siano succeduti nel presidiare il nostro "stand", in particolare il Passerotto, seguito da Mauro e RobertoT..Serena ed il Pirata Billy Boa..

-il Pirata sta valutando un altro acquisto-


 ..mentre io ne ho girato alla larga.. salvo riprecipitarci il sabato successivo, in occasione delle premiazioni del Campionato Zonale 2011..



..vinto per miglior singolo piazzamento dai Cicci's..

 -qui alle prove dell'anello..-


a pari punti con RobertoT e Giuseppe..



 quindi secondi, seguiti, anzi incollati da Dante e GiuseppeN..



..e poi tutti assieme:



Finita qui?
Per molti sì, ma non per tutti.. domenica pomeriggio incrociamo il CDZ per un brunch vista mare, quindi bordo matto a prendere uno stradale e ritorno veloce, sotto un cielo sempre più gonfio, al Big Blu, perchè c'è da portare via la barca.

Ignoro quanti chilometri a fine giornata, ma ho ben presente che per essere una domenica, si rivelerà essere una domenica particolarmente piena di traffico ed ingorghi, da ultimo quello all'ingresso del BigBlu..


..dove mi fanno fare 45' di attesa perchè qualche stronzo 'sta ancora in giro per dei padiglioni deserti, in fondo ad un pomeriggio di tramontana violenta e pioggia, che poi passa e prelude tramontana ancora più forte.. che si diverte a far partire il cancello ai tipi che lo presidiano (foto sotto)..


Quando riesco ad accedere al padiglione è già tutto mezzo smontato.. intendo il padiglione, ed il pensiero corre a quegli stronzi che impedivano l'accesso perchè secondo loro c'erano ancora dei visitatori.. va bè.

Impacchettiamo la barca, passiamo dal CDZ, che nel mentre è corso a casa, dove ha leggermente dimenticato il telo copriscafo.. e partiamo alla volta di bracciano, sotto un cielo fiammeggiante di stelle, con la tramontana che inbianca il lago nonostante le tenebre.

Lo sgancio al circolo fila liscio, compresa la manovra di approccio al parcheggio, tra due carrelli carichi di Star, degna di un ancoraggio alla stazione orbitante.. direi che se il carrello fosse partito in discesa i danni si sarebbero misurati in punti percentuale di PIL!!

L'ultimo bordo della giornata purtroppo non ci porta dove avremmo voluto, causa riposo settimanale.. al diavolo!

BigBlu archiviato, positivo o negativo non sta a me dirlo, la Regione Lazio lo sventola come un successo, sostenendo 11k e spicci visitatori.. ma la regione è in mano a gente che sarebbe capace di sostenere la stessa cosa, anche contando 11 visitatori.. quindi..

Agli occhi di un osservatore forse troppo di parte e cinico: vela ZERO.. intendo dire: le derive nel padiglione 3, attorno allo stand FIV, un Comet21, un Comet26.. STOP.

Delle derive nemmeno tutti, alla premiazione dello Zonale mancavano metà dei Circoli citati e più della metà dei delegato zonali, oltre che diversi degli atleti premiati.

In compenso: gommoni come se piovessero.. magari qualcuno apprezza.

Non so. Il mix sicuramente non è leggero: la recessione economica, la reintroduzione dello stazionamento.. due colpi così sono capaci di mandare a bagno un sistema ben più robusto di quello della nautica laziale.. quindi come stupirsi?

..sulla vela il discorso forse è diverso: onore e merito alla FIV che ha tenuto botta: stand e piscina sono uno sforzo notevolissimo.

..grosso vuoto di Classi.. del resto non è una novità, lo scorso settembre una classica IV zzonara che contava mediamente 200 barche, ha contato 50 iscritti, dei quali 20 erano snipe.. tutti ad accampare le solite scuse: regate sovrapposte, nazionali fuori porta.. sarà.. ma suona molto come una spiegazione che contemplasse il Giglio alla deriva che tira dentro la Costa Concordia..

L'attività velico-agonistica è palesemente in recessione (almeno qui..), parlo delle derive, i barconi (campionati invernali o simili) non li considero tali.

Ovvero: è in recessione l'attività, quella pesantemente pompata dalla FIV tramite alcuni Circoli, l'altra attività, più semplicemente, non c'è più, tolto lo snipe, rimane qualche eccezione, come i Fireball che avranno l'Europeo dentro il lago di Bracciano il prossimo luglio, i dinghy 12 che erano assenti per la coincidenza con la lora assemblea nazionale, e poi.. per dare un'idea: l'unica Classe per la quale il Direttore Sportivo del Comitato di Zona FIV ha speso pubblicamente parole di apprezzamento durante la premiazione, definendola "la più attiva", è stato lo snipe.. non vuol dire molto? forse no.. ma considerando che appena 3 anni fa, proprio in occasione della premiazione dei Campionati Zonali, lo stesso Comitato si dimenticò di considerare proprio della Nostra Classe.. dà un po' la misura di quanto e cosa sia stato fatto in questi anni.

In tutto questo, non va dimenticato, siamo alla fine di un quadriennio olimpico, che per la FIV vuol dire un passaggio di "ricambio", e un po' l'aria di fine della festa si respirava.. e ci sta anche.. quello che ci sta meno è la sensazione che quelli chiamati a gestire il giocherello o non abbiano capito la gravità, e la peculiarità, della situazione, o l'hanno capita ma non hanno idea di come affrontarla, quando del resto è chiaro anche alla moquette dello stand, che affrontare la situazione attuale con le modalità consuete è potenzialmente autodistruttivo..

..negli states amano ripetere che i momenti di crisi sono utili a trovare nuovi assetti, nuovi equilibri, altrimenti addirittura impensabili.. ma il loro è un paese nato da un insurrezione armata e da una guerra civile sanguinosa, il nostro da genuflessioni, inciuci e intrallazzi di palazzo, e tra noi e loro c'è pure un oceano.. improbabile il diffondersi di un certo atteggiamento su questa sponda, in particolare in certi ambienti.. e a ben vedere l'ennesimo elemento positivo nell'essere su una delle orbite più esterne, rispetto alla politica federale..

..vedremo.. nonostante le limitatissime risorse noi (intendo La Classe IVzzonara) quel che potevamo fare l'abbiamo fatto, un sincero grazie a chi ci ha messo al solito tempo e buona volontà, e a Vanda che ci ha messo il carrello, e a ClaudioR che ci ha messo barca e carrello (al ritorno), con buona pace di quelli che di snipe e promozione amano parlare, e basta.. perchè possiamo fare chiacchiere e analisi SWAT quante ne vogliamo, ma tra i fatti e.. più utili i fatti, no?!


-.seguono alcune cose viste al BigBlu..-

-prua enorme, prendisole nano.. paura di perdersele in mare??-


-Padiglione 3: noi siamo quelli in fondo, dove c'è il CDZ che fa "ciao" con la manona..-


 -tender to CDZ: gli è piaciuto tanto.. non so se più il motoscafo, o la rampa..-
 

-due cosi che non hanno tavolo da carteggio.. ma che sfoderano imprescindibili angolo cottura.. motoscafari-italiani, et voilà!-


-gommone (gigantesco) con bow-truster.. per avere la massima manovrabilità.. anche quando accosti alla spiaggia per far scendere gli ospiti, altrimenti si potrebbero bagnare le ginocchia..-


-di quando il design italiano era sinonimo di bellezza.. once upon a time..-

-pronto per la beccaccia, senza bisogno di starci a costruire sopra un invaso ad hoc.. molto, molto carino!-

Labels: ,

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home