Friday, April 02, 2010

..wHYSNIPE?? -lasciate che i pargoli vadano altrove!!-


..la risposta di solito è: perchè altrimenti la Classe invecchia senza ricambi!

Vero.. ma non sta scritto da nessuna parte che questi beneamati ricambi debbano essere per forza juniores!!

E' vero: all'estero, in molti Paesi dalla pregevole tradizione velica, lo snipe è sinonimo di Juniores, ed anche in diversi Circoli nostrani, soprattutto al nord, viene usato come barca-jr!

Nei Paesi dove ciò si fa o c'è dietro la Federazione Nazionale che spinge in tale direzione, o ci sono "fondi dedicati" che rendono economicamente possibile lo sforzo alla Classe (come negli USA), dove questo modello è molto diffuso, tant'è che è proprio della Classe Snipe e anche di quella Lightning (ed ecco spiegata la foto sopra..).. ognuno con le sue modalità naturalmente, ad esempio nel Lightning usano lo strumento del "grant" che dovrebbe essere qualcosa di simile ad un co-finanziamento dove la Classe ci mette parte di quanto necessario, magari anche solo in termini di barche, per sostenere l'attività Jr.

Abbiamo detto quindi: federazione nazionale e/o fondi dedicati (opportunamente gestiti da un punto di vista fiscale e contabile) da parte della Classe Nazionale..

Abbiamo questo in Italia?

no.

Rimangono i Circoli.. ma i Circoli curano la loro attività "locale",  e se decidono di incentrarla sullo snipe per quanto riguarda gli Jr., tanto di cappello.. ma da questo a tirarne fuori un modello su scala nazionale ce ne corre.. ossia: chi paga?

Bisogna tenere a mente, ben chiaro, che i Circoli (Italiani) sono per loro natura affiliati FIV, e l'attività agonistica giovanile è competenza FIV, che riceve dal CONI e ridistribuisce ai Circoli che fanno attività giovanile, apposite risorse (tante o poche che siano qui non rileva, comunque risorse maggiori di zero!..) indicando anche comedove spenderle, 'ste risorse.. leggi: definendo le Classi nelle quali fare attività giovanili, e tutto quel che ne deriva..

..in altri termini: se io Circolo ricevo risorse per fare attività giovanile su "certe" Classi (e non su altre) per quale ragione dovrei andarne a fare attività altrove, rinunciando a tali risorse??

Come detto: qualcuno lo fa anche, ma sono eccezioni tanto meritorie quanto rare, e localizzate.

..e se quanti propugnano gli jr. sullo snipe si andassero a fare un giro presso i Circoli (magario della IV Zona) che fanno attività giovanile, scoprirebbero quanto il sistema sia "quadrato" ed impermeabile a qualsivoglia eccezione (alemeno qui), quale sarebbe lo snipe o qualsiasi altra barca "non" indicata dalla FIV per l'attività giovanile..

..tutto questo dovrebbe indurci ad una muta disperazione?

TUTT'ALTRO!

perchè in questo c'è già una buona notizia: alla FIV non interessiamo, quindi abbiamo praticamente campo libero..

..ed è solo la prima buona notizia, e vengo alle altre.

In Italia il numero dei "praticanti" in senso allargato è in continua crescita, certo molti sono quelli tirati dentro da sedicenti scuole vela che vendono ancor più sedicenti corsi di regata a preso d'oro.. e ancora di più sono quelli attratti dal giro dei barconi-amatoriali, causa un malcelato concetto di fighettonismo dal quale la vela italica pare proprio non riesca a liberarsi.. ma questa enorme massa è molto meno monolitica di quanto lo siano i circoli nell'impostare l'attività giovanile secondo i dettami federali..

..in altri termini: un serbatoio enorme di velisti, che anche se il 98% fosse davvero solo interessato alle sfilate sulle bachine dell'invernale, all'aperitivo la sera prima/dopo, o al tornare in ufficio al lunedì col giubetto col logo della barca sulla quale alla domenica giravano manovelle in modalità telecomandata, facendo addirittura "primi" in uno delle decine di astrusi raggruppamenti nei quali sono divisi i partecipanti al loro Campionato, riuscendo a rullare una fila di feluche magrebine col loro vecchio ILC40.. ne rimane un 2% che farebbe capriole di gioia per venire a fare a sportellate su una Classe vera e accessibile, quale lo Snipe.. ed un 2% di una massa tanto grande corrisponderebbe ad un numero di equipaggi che ben prestissimo non basterebbero gli snipe disponibili sul mercato!!

..obiezione tipica a ciò: ma così tiriamo dentro solo velisti della domenica!!

..e anche fosse??
Quanti pseudo-olimpionici ha la Classe snipe italiana al momento?
ma ammettiamo di essere davvero fighi anche solo la metà di quello che in molti si sentono.. diciamo quindi che l'obiezione di sopra fosse "vera".. e anche se lo fosse, comunque non lo sarebbe del tutto..a parte che non si capisce tutto 'sto snobbismo-a-timer, perchè se stiamo parlando di allargare la base dei praticanti e garantire un fisiologico apporto di nuovi equipaggi alla Classe, allora non ha senso pretendere "solo" atleti di lignaggio Olimpico.. se invece il punto è tirare dentro "solo" atleti di lignaggio Olimpico, in quanto tali interessati a partecipare ad eventi "top", allora non ha senso tenere in piedi (e difendere a spada tratta) un sistema di qualificazione agli eventi internazionali (ossia "top") quale quello attualmente in vigore nello snipe italico, che per come la si voglia girare: comunque premia molto di più la partecipazione ossessiva a tutto il circuito Nazionale piuttosto che il talento in senso stretto!

Ma quest'ultimo punto esula dall'oggetto di questa riflessione.. il "non del tutto" di cui sopra si riferisce invece ad un dato molto più concreto: la Federazione stessa lamenta un tasso di abbandono ENORME tra le fila dei suoi atleti, quelli formati dalle giovanili e via via persi per strada!

Un esempio brutale?

Pensare ai Laser: le giovanili (4.7, radial) sono (ancora) affollatissime, grazie essenzialmente all'impagabile lavoro delle squadre giovanili dei Circoli (risorse Federali), anche se nel passaggio dagli Optimist il tasso di abbandono pare sia già non trascurabile.. ma vediamo cosa succede dopo il transito nei 4.7 e nel radial.. come facciamo a vederlo?

Semplice! Quanti Standard regatano regolarmente a livello Nazionale??

Adesso basta fare il numero dei partecipanti "non" occasionali al Circuito Laser Standard Nazionale diviso il numero dei ragazzi attivi nei Laser "giovanil".. chi vuole può moltiplicare questo risultato per 100 e vederselo espresso in %.. ma anche senza quest'ultima conversione il dato è abbastanza chiaro.. temo..

Ecco, chi vuole faccia un giretto on-line a pescarsi i dati.. troverà grandezze tali che addirittura la FIV sta cercando di correre ai ripari!!

Per quel che interessa a noi, e a te che magari sei così matto da aver letto fino a qui: che fine fanno tutti questi usciti dalle giovanili e persi per strada?

Di solito: o smettono, o barconi, o monotipi.. quelli nei primi due gruppi generalmente non sono soddisfattissimi del loro destino, a quelli dei monotipi va decisamente meglio, pare, ma ce ne sono molti che non disdegnerebbero di alternare lo spingere-le-draglie di un Melges-missile con il rimettersi alla mazza di una deriva e tirare sportellate, magari anche solo ad uno Zonale, magari con anche 15 barche, magari che vanno tutte dannatamente uguale.. ma sto parlando dello Zonale Snipe di domenica scorsa!! ops!!

In sintesi: in Italia gli jr. vanno sulle barche decise dalla FIV e dai Circoli, e va benissimo così.. anche se a vedere certi volti di certi ragazzini sui 555 chiunque potrebbe sentirsi in colpa.. ad ogni modo questa è la situazione, e tale rimarrà finchè o la FIV non deciderà altrimenti, o la Classe Nazionale si attrezzerà con consistenti strumenti dedicati (come negli USA).

In attesa(??) che ciò accada, c'è un enorme bacino di potenziali derivisti, quindi anche di snipisti, di eterogeneo lignaggio, che potrebbero garantire, ad esempio allo Snipe, quegli obiettivi di crescita e ricambio giustamente ritenuti prioritari.

Quindi, per come la vede l'ultimo degli snipari (cioè lo scrivente) la domanda cui dovremmo trovare risposta è come attirare questi ultimi, e pensare agli Jr. quando avranno finito il loro percorso dentro alle giovanili federali e si troveranno al dover scegliere tra lo smettere, l'andare a girare verricelli o lo spingere draglie!

E' chiaro che non possiamo pretendere che arrivino allo Snipe e basta, del quale spesso ignorano l'esistenza.
Starebbe allo Snipe, inteso come Classe, cioà a noi tutti, arrivare da loro: con la comunicazione mirata, con le iniziative per far provare la barca, con qualche barca a disposizione dai Circoli più coinvolti nell'attività snipe (come accade da anni anche in IV Zona, e non solo in IV Zona!).

Se ci fosse una spinta forte in tale direzione, ed ogni flotta delle 23-25(non ricordo) flotte italiane riuscisse a produrre nell'arco della stagione anche solo un nuovo equipaggio, nel giro di due anni "rischieremmo" Campitaliani con 100 barche e più.. considerando una crescita lineare, e non è detto che non si possano innescare traiettorie ben più che lineari in un simile scenario!

A ben vedere quindi, abbiamo tutto da guadagnare a fare altro che continuare ad invocare jr., basterebbe cominciare a farlo in maniera convinta e coordinata, e lasciare che i pargoli vadano altrove.. tanto ritornano!

Labels: ,

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home